ATTORI E DOCENTI DEI CORSI


Il disegno di Gocce di arte' prende ogni anno sempre più forma grazie alla collaborazione di tanti altri amici che, partecipando alle iniziative dell'associazione - siano queste gli spettacoli realizzati, siano i laboratori di recitazione proposti in varie zone della città - accettano di vivere un'esperienza di divulgazione culturale e formazione davvero fondamentale. Contribuendo alla costruzione di un progetto culturale ambizioso, che ogni anno cresce sempre più coinvolgendo tante persone, tanti quartieri, tante realtà. Si tratta di attori e artisti che con la loro presenza costante, intensa, viva, con la loro qualità ed esperienza, trasmettono ad ogni attività la loro grande energia, il loro talento, collaborando così alla realizzazione di un programma culturale dall'altro profilo artistico ma dal valore umano e sociale davvero unico. Eccoli...


BARBARA ABBONDANZA

Barbara Abbondanza si forma presso il Catec (centro di attività teatrali Cesena) e si specializza in seguito in vari laboratori su corpo, voce, mimo, improvvisazione. Tra le varie esperienze ha fatto anche Teatro di strada e di figura presso la “Compagnia del Serafino” (Gambettola-Cesena). Si trasferisce a Roma nel 1999 quando entra a far parte della compagnia del teatro le Maschere sotto la direzione artistica di Carla Marchini e dove inizia una collaborazione quasi costante nell’allestimento di spettacoli per le scuole e per bambini in generale. Fra i vari titoli citiamo “I 3 omini del bosco” e “Tremotino” dei fratelli Grimm, regia di Franco Mescolini, “Canto di Natale” di C. Dickens e “Il Principe Felice” di O. Wilde, regia di Gigi Palla, “Pelle d’asino” di C. Perrault , regia di Riccardo Diana. Dal 2005 al 2007 ha fatto parte della compagnia giovani-teatro ragazzi del teatro Eliseo (“Robin Hood nei giardini di Roma”, regia di Gigi Palla e "Il baule volante del signor Andersen” regia di Alberto Milazzo). Sempre dal 2005 è entrata nel Cast della trasmissione televisiva per bambini della Rai “LA MELEVISIONE” vestendo i panni di Orchessa Orchidea. Ha recitato inoltre in varie fiction per la Tv (“Ris”, “Cuore contro cuore”, “Nebbie e delitti”,  “I Cesaroni”, "Mogli a pezzi", “Distretto di polizia 8 e 10, etc.).

 Al cinema ha lavorato con Alessandro Benvenuti in "Ti dispiace se bacio mamma", con Gabriele Muccino in "Ricordati di me" e con Fausto Brizzi "Indovina chi viene a Natale?"…per citarne alcuni. Conduce, da diversi anni, laboratori e corsi di teatro per bambini, adolescenti e adulti all'accademia Artès di Pomezia, all'accademia MTDA di Fiumicino, al Teatro ‘Gesualdo’ di Avellino.



PAOLA BARINI

1541jpg

   

Nata nel 1984, intraprende a undici anni lo studio della recitazione, presso il Teatro Scientifico di Verona, diretto da Ezio Maria Caserta, con cui continuerà a studiare e lavorare fino alla sua morte. Inizia il suo percorso di attrice con spettacoli di commedia dell’arte, mimo e clownerie. Prosegue gli studi nella scuola di teatro Pirandelliano di Enzo Rapisarda, diplomandosi poi, nel 2004, all’Accademia d’Arte Drammatica “Pietro Scharoff”. A Roma, partecipa ad alcune commedie musicali con la “Compagnia delle Stelle” al teatro Sistina. Dal 2004 al 2009 passa alla commedia brillante, entrando a far parte de “La Plautina”. Lavora poi con diversi registi, sia per il teatro di prosa, sia per il teatro ragazzi ed è protagonista in vari spettacoli, come “L’orso” di Cechov, “Le notti bianche” di Dostoevskij, “Paola e i leoni” di De Benedetti. 

 In televisione è nel 'Commissario Rex' e 'Donna detective 2'. Frequenta per due anni la scuola di canto 'Musica Incontro', patrocinata dalla Provincia di Roma e diretta da Marcello Cirillo. Speaker del documentario astronomico “Contatto Cosmico”, arriva in finale a “Voice Anatomy”, il contest di doppiaggio diretto da Pino Insegno. Insegnante di dizione, si sperimenta anche come autrice; partecipa alla Convention Nazionale dedicata a Sherlock Holmes al teatro Orione di Roma. Dal 2006 conduce laboratori di teatro per bambini. Nel 2011 è vincitrice del Progetto Rodari indirizzato ai più piccoli. 


MARCO BELOCCHI

Regista, attore, autore. Laureato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica 'Silvio D’Amico' nel 1983. Dal 1991 si dedica alla regia mettendo in scena oltre sessanta spettacoli. Direttore Artistico tra il 1999 e il 2002 del Teatro Stabile del Giallo e tra il 2008 e il 2010 della rassegna di drammaturgia In Altre Parole. Ha diretto alcuni cortometraggi e pubblicato alcuni libri di narrativa, poesia e teatro. Tiene inoltre stages per attori professionisti e non in varie città d’Italia, e da vent’anni conduce laboratori teatrali in alcuni licei romani.

Tra le ultime produzioni: Il principio di Archimede (2015), di J. Miro Coromina; La recita di Caligola (2016), di V. Sagat da Albert Camus; La porte a côté (2016), di F. Roger-Lacan; Il misantropo (2017), di Molière; La bisbetica domata (2018), di William Shakespeare, Il giuoco delle parti, di Luigi Pirandello (2019). 

Da quest’anno collabora con ‘Gocce di arte’: è docente del corso adolescenti (per ragazzi dagli 11 anni in su) che si svolge nel quartiere Ottavia, mettendo come è suo uso a disposizione la sua cultura, le sue nozioni tecniche e artistiche, il suo grande talento di insegnante di recitazione.


ALESSANDRA DE PASCALIS

Alessandra inizia il suo percorso come ballerina intorno ai 12 anni ,dopo vari anni di studio in Italia e all’estero, dopo il diploma vince la borsa di studio e frequenta il laboratorio di esercitazioni sceniche di Roma diretto da Gigi Proietti, dopo il diploma inizia a lavorare in compagnia con Proietti per oltre dieci anni, continua il percorso di studi, facendo stage e laboratori con F.  De Sapio, Y. Lebreton, C. Carotenuto; frequenta poi un corso di doppiaggio presso la ‘Fonoroma’ con Paila Pavese e Sandro Iovino. Nel 2010 prende un master presso la Siab e diventa consulente psicologico. Nel frattempo lavora in teatro e tv, partecipando tra l’altro a fiction come: ‘Un medico in famiglia’, ‘Non lasciamoci più’ 2, ‘Matilde’, ‘Una pallottola nel cuore’, ‘In arte Nino’.

 Intanto continua a seguire corsi di studio e perfezionamento (sia di canto, sia di danza, sia di recitazione). Alessandra insegna da oltre 15 anni recitazione e dizione: è entrata a far parte della 'famiglia' di 'Gocce di arte' e la sua grinta e la sua determinazione fanno sempre la differenza. Ne sa qualcosa il bellissimo gruppo del laboratorio di recitazione adolescenti (11 anni in su) in zona Torre Maura.


LAURA DOTTA-ROSSO

Laura, nata a Savigliano, in provincia di Cuneo, è diplomata all'Accademia dello spettacolo di Torino. Le sue esperienze sono diverse: sia a livello organizzativo che artistico. Ad arricchire il suo bagaglio di conoscenze, di approfondimento del teatro e dell'importanza per la formazione e la vita di ciascuno, ecco il trasferimento a Roma, un paio di anni fa. Anticipato da viaggi ed esperienze svolte in giro per il mondo (da ricordare quello in Nuova Zelanda dove ha avuto la possibilità di vivere con alcuni bambini di una famiglia neozelandese e confrontarsi con usi e costumi locali). Nel frattempo, nel 2016 prende il certificato come animatice per l'infanzia: questo le apre varie possibilità e le indica la strada verso cui indirizzare le proprie energie, l'insegnamento teatrale, in particolare ai bambini.

Intanto Laura si è iscritta alla Facoltà di Lettere a indirizzo Scienze dello Spettacolo e ha partecipato a diversi esperienze e lavori teatrali: prima attraverso un laboratorio con Francesca De Sapio, poi con un corso di critica diretto da Andrea Pocosgnich; poi ha partecipato come 'storyteller' al 'Puglia Showcase 2018' e svolto altre esperienze di scrittura, tra cui delle pubblicazioni di proprie poesie. Nel 2018 ha fatto parte della direzione artistica under 25 del Festival 'Dominio Pubblico' di Roma. A marzo scorso è stata in scena con "Offline" al Teatro "Le salette" e al Teatro "Della visitazione" con la Compagnia '4 cambi' di Francesco Proietti. A ottobre è andato in scena lo spettacolo "Sono un segno", scritto, diretto e interpretato dalla stessa Laura al 'Teatro Due' di Roma. Da pochi mesi collabora come critica teatrale con la testata giornalistica "Quarta Parete". Infine, da quest'anno Laura è presente con 'Gocce di arte' con uno dei corsi per bambini, quello che si svolge in zona Portuense, con il quale potrà mettere in pratica la sua già notevole esperienza e la sua idea di teatro.



SHARA GUANDALINI

Laureata al DAMS di Bologna, Shara ha studiato con Marco Martinelli presso il Teatro Crt di Milano, e seguito poi un Corso per operatore di teatro sociale, con esperienze di clown-dottore insieme a Francis Calsolaro e La Carovana dei Sorrisi in diversi ospedali romani. In teatro è in ‘Due volte Natale’, ‘So tutto sulle donne (Vent’anni dopo)’, ‘Donne romane’, ‘Senza parole. Storia di violenza alle donne’, ‘30 senza lode’, ‘Rotola la vita’, ‘Storia di un corpo e di un’anima’, ‘L’isolato’, lavorando con Marco Falaguasta, Pascal la Delfa, Giuseppe Sorgi, Pippo Spicuzza, Maurizio Battista e il Mago Mancini in varie edizioni del Makkekomico, al Teatro Accento di Roma. 

Appare in tv in vari programmi per la RAI e CANALE 5: ‘Bambine cattive’, ‘Sessolosapessi’, ‘Co.Co.Comici’, ‘Questa è la mia terra vent’anni dopo’ , ‘Caffeteatro Cabaret’ e ‘Un ciclone in famiglia’. Shara ha inoltre partecipato anche alla scrittura del libro ‘Il muro del sorriso 1 e 2’, a cura di Nino Taranto, e da tempo insegna in varie scuole della Capitale. La collaborazione con 'Gocce di arte' prosegue ormai da diversi anni e questo ormai all'Infernetto - zona poco fuori la città, tra Roma e il mare - lo sanno bene: quanti bambini e adolescenti del quartiere hanno fatto parte dei corsi di teatro condotti dalla grande Shara, splendida persona, splendida amica!


GIORGIA GUERRA

Attrice pesarese, comincia a studiare teatro presso il TSR (Teatro Stabile in Rete-Teatro Stabile delle Marche) per poi perfezionarsi alla Fondazione Teatro Due di Parma in cui ha la possibilità di studiare con maestri quali Valerio Binasco, Mauro Avogadro, Remondi e Caporossi, Malou Airaudo ed altri che determineranno e rafforzeranno la sua scelta. A Parma prende parte alle prime produzioni nel teatro di prosa, diretta da registi come Franco Però e Tim Stark. Nel 2005 si trasferisce a Roma e, da allora, continua lo studio attraverso stage con Chiara Noschese, Giancarlo Sepe, Leo Muscato, Funny & Alexander, cercando di perfezionare l'uso della voce, del corpo e della consapevolezza scenica.
Lavora in svariate produzioni, esplorando testi brillanti, drammatici, la commedia musicale e il teatro classico. In giro per l'Italia, recita ne "Il Tartufo" di Molière a fianco a Franco Oppini e Corinne Clery, nella commedia di J.R.Charrier "Divina", con Anna Mazzamauro e la regia di Livio Galassi, in "Menecmi" di Plauto, nella riscrittura di Tato Russo con cui lavora nuovamente nel testo pirandelliano "La ragione degli altri".
In televisione recita in "Un medico in famiglia 9", ne "Il Restauratore" e prende parte anche a docu-film e programi per la tv.

Per quanto riguarda il mondo dei bambini e dell'infanzia, per anni ha partecipato a eventi e spettacoli di teatro ragazzi con diverse compagnie teatrali. E negli anni passati ha collaborato più volte con Gocce di arte in diversi progetti e attività laboratoriali per bambini: da quest'anno è docente del corso bambini (dai 5 agli 11 anni) in zona Ottavia.


ROSA INSERRA

Rosa Inserra nata nel 1987 a Gragnano, provincia di Napoli, muove i primi passi sulle tavole del palcoscenico da piccolissima, entrando a far parte prima della Compagnia teatrale “Gli scugnizzi Aristocratici”, particolarmente attiva nella provincia di Napoli negli anni Novanta. Nel territorio partenopeo collabora con varie compagnie teatrali per oltre dieci anni. Intraprende anche studi di canto leggero per oltre dieci anni. Trasferitasi a Roma all’età di 19 anni, si dedica allo studio del “musical”, frequentando altresì stage e corsi di approfondimento di recitazione e di canto. Tra le prime esperienze a Roma, quella con il Teatro 'Sistina'; poi una stagione di matinée al Teatro Brancaccio, specializzandosi nel “teatro ragazzi”, divenuto poi punto fermo delle sue attività professionali. 

Ha studiato con: Lino Moretti, Federica Festa, Pierpaolo Lopatriello, Catia Nannavecchia, Andrea Auci, Rossella Lucà; poi frequenta  stage con Carlo Boso  e Roberta Faccani. Ha portato in scena numerosi spettacoli con Luca Pizzurro, proponendo musical per famiglie. Dal 2012 svolge l’attività di insegnamento e pedagogia, specialmente con l’associazione “Teatro 23” di Federica Festa insieme a Marco Delle Fratte. Tra gli spettacoli interpretati: 'Tre sull’altalena' di Luigi Lunari, regia di Giuseppe Iacono (Ass. Cult. 'Artù'), 'Pinocchio', 'SuperMatilde', 'Lo spettacolo dei sogni',' Gianburrasca racconta', 'Peter Pan', 'Pippicalzelunghe' e 'Il mago di Oz', (Ass. Cult. 'Sorrisiamo'); inoltre dal 2015 ha recitato in diversi spettacoli di sensibilizzazione sociale per Actionaid. Alla rassegna “Artisti sul comò” (2016), ha vinto il Premio quale “migliore attrice” con lo spettacolo Neapoliade di Vincenzo Longobardi. Negli ultimi anni partecipa attivamente ai 'Tè letterari', appuntamenti ormai fissi con la cultura e la lettura presso il Teatro 'Vittoria' di Roma (zona Testaccio). Parallelamente ha sempre svolto l’attività di doppiatrice\presentatrice\insegnante di recitazione. Collabora con ‘Gocce di arte’ da un paio di anni  con una partecipazione intensa e davvero importante, davanti e dietro le quinte dell’Associazione.




LIDIA MICELI

Nasce a Palermo nel 1985, si laurea presso “L’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’amico” di Roma nell’anno 2006. Inizia a lavorare in Teatro con registi quali: Lorenzo Salveti, Paolo Terni, Massimo Di Michele, Emma Dante, Valter Malosti, Vincenzo Pirrotta, ecc. Recita in teatri quali: Teatro Eliseo di Roma, Teatro Regio di Torino, Teatro Litta di Milano. Lavora anche come speaker radiofonica ed autrice televisiva. Nel 2008 collabora con la compagnia ‘Sud Costa Occidentale’ diretta dalla regista Emma Dante. Nel 2011 consegue la laurea specialistica in lettere ad indirizzo spettacolo. Scrive i testi e cura la regia insieme a Massimo Vinti dello spettacolo “Che Piacere”.

Nel 2013 lavora come assistente del regista Daniele Salvo. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche. Attualmente vive e lavora a Roma insegnando in diversi corsi di teatro per ragazzi e collaborando a dei progetti teatrali.  E’ con Gocce di arte da alcuni anni, con una collaborazione preziosa e sempre più presente: prima con alcuni eventi e spettacoli singoli, poi al corso di teatro per bambini in zona Trullo, infine al corso adolescenti nel quartiere Marconi. 




FRANCESCA NUNZI

Diplomata al laboratorio di arti sceniche diretto da Gigi Proietti inizia il suo percorso proprio con lui in spettacoli come ‘Leggero Leggero’, ‘A me gli occhi bis’. Con il gruppo dei Picari, formatosi durante il laboratorio, affronta la strada del varietà e della scrittura autoriale facendo spettacoli comici, senza scenografie, ma di grande impatto sul pubblico.
Nel frattempo lavora anche a svariati spettacoli, fiction e film (tra gli altri, diretta da Vanzina, Pompucci, Scarchilli, Pingitore ecc). Il gruppo lo abbandona nel 2000 per sposarsi e prolificare, ma continua a lavorare nel teatro, nel cinema e molta televisione. Amando la scrittura, molti dei testi teatrali che porta in scena sono suoi e uno in particolare "Signorine in trans" vince anche un premio. 

Molto amata a Roma per essersi fatta conoscere con spettacoli di successo a lunga tenitura, per i suoi divertenti e graffianti monologhi e la sua passione per la romanità e il canto. Ha sfiorato due volte le commedie di Garinei e Giovannini e finalmente è arrivato anche questo bel regalo: è in ‘Aggiungi un posto a tavola’ qualche anno fa al Teatro Sistina di Roma! e ora in tournée per l'Italia. 

E' anche autrice del testo 'Quei due nel mio orecchio' (Ventura Edizioni), che racconta l'avventurosa ricerca per i quartieri di Roma di una ragazzina decisa a scoprire chi siano i due che ogni notte vanno a disturbarle il sonno con dei rumori nell'orecchio... Infine, ‘Gocce di arte’ aggiunge che è davvero contenta di poter avere il contributo artistico di un’attrice e docente di grande bravura, esperienza ed amore per il teatro come Francesca, nonché di poter contare davvero su una splendida persona come ‘Chicca’!


SABRINA PELLEGRINO

Attrice  e  autrice,  laureata  al  Dams con la specializzazione in Drammaturgia Teatrale,  si  diploma  alla  scuola  Teatro  Azione  diretta  da Isabella  del  Bianco e  Cristiano  Censi. Dal  2005  collabora  col  Centro  Studi  Ricerche  del  Santa  Maria  della Pietà dove ha tenuto laboratori sulla memoria del manicomio. In seguito ai laboratori con Marco Baliani e Ascanio  Celestini  scrive  e  interpreta  "I  quaderni  di  Lia  Traverso"  spettacolo  vincitore  del  Palio  Ermo  Colle 2007  a  Parma  e  in  Sardegna. Scrive  uno  spettacolo  sull'anoressia  "Io  vengo  dalle  Luna"  col  quale  arriva finalista  a  Scenario  Infanzia  2008,  e  più  recentemente  uno  studio  sull'aborto,  "Strappi". Ha partecipato come attrice a numerosi films, programmi e serie Tv, tra cui: “ Che Dio ci aiuti”, “Commissario Rex” ,“ La Squadra” ,“ Carabinieri”, “ Don Matteo” ,“Anno Zero”, “ il Grande bluff”, “Scherzi a parte”, “ Telecamere a richiesta” ,“ Senza fine” “ La maschera di cera” “ Meno male che ci sei” “ Alta infedeltà” . 

E ha collaborato per 3 anni, in qualità di speaker e annunciatrice con : Radio Vaticana e RAI International. Nel 2000 , inizia la sua attività da commediografa, vincendo un concorso nazionale per nuovi autori. Da allora, come autrice, ha scritto numerose commedie , sit-com radiofoniche, radiodrammi, corti teatrali e spettacoli musicali per bambini.  Nel 2018, dopo una tournee di successo , viene pubblicata la sua commedia teatrale:  “ Mammamiabella!” , che ha visto la regia di E. Sofia Ricci. Insegnante di recitazione e dizione, con esperienza decennale, collabora in tutta Italia con: Accademie per professionisti,  e Scuole di recitazione per bambini, ragazzi e adulti  non-professionisti. Per 'Gocce di arte' è docente del gruppo adulti che si svolge nel quartiere Infernetto.



CARLOTTA PIRAINO

Attrice  e  autrice,  laureata  al  Dams con la specializzazione in Drammaturgia Teatrale,  si  diploma  alla  scuola  Teatro  Azione  diretta  da Isabella  del  Bianco e  Cristiano  Censi. Dal  2005  collabora  col  Centro  Studi  Ricerche  del  Santa  Maria  della Pietà dove ha tenuto laboratori sulla memoria del manicomio. In seguito ai laboratori con Marco Baliani e Ascanio  Celestini  scrive  e  interpreta  "I  quaderni  di  Lia  Traverso"  spettacolo  vincitore  del  Palio  Ermo  Colle 2007  a  Parma  e  in  Sardegna. Scrive  uno  spettacolo  sull'anoressia  "Io  vengo  dalle  Luna"  col  quale  arriva finalista  a  Scenario  Infanzia  2008,  e  più  recentemente  uno  studio  sull'aborto,  "Strappi". 

Appassionata  di tematiche femminili e di adolescenza, lavora spesso con diverse formazioni teatrali come attrice, insegna teatro ai bambini, adolescenti, adulti. Nel 2015 tiene un laboratorio teatrale dal titolo “Smetto di dare i numeri”, in collaborazione con la Asl Roma E per le pazienti in cura al dipartimento dei Disturbi del Comportamento Alimentare. L’ultimo lavoro, “Golden He” un lavoro sul tema dell’identità e del razzismo, per la regia di Federico Vigorito, vince il Premio del Pubblico al Palio Poetico Musicale “Ermo Colle” 2016. Con 'Gocce' ha collaborato a diversi progetti negli anni, e poi come docente prima ai corsi bambini, poi al corso adulti, tutti laboratori che si svolgono in zona Trullo/Portuense.


ARMANDO SANNA

Armando Sanna è attore, regista e pedagogo teatrale da più di vent’anni. Nato e cresciuto a Roma, si forma con alcuni dei più importanti attori e registi della scena teatrale nazionale ed internazionale. E' il fondatore della compagnia Teatrificio Esse con cui scrive, mette in scena ed interpreta diversi spettacoli originali su tutto il territorio nazionale. Inoltre dal 2010 al 2016 gestisce il Teatro 'La Gualchiera' a Prato e dirige il Festival 'Young Station', rassegna dedicata al teatro giovane e di qualità che va in scena presso il Comune di Montemurlo (provincia di Prato). Insegnante di recitazione in diverse scuole tra cui la M.T.D.A.  e il Nuovo Teatro Academy, tenendo corsi amatoriali e professionali per bambini, adolescenti e adulti. 

Con 'Gocce di arte' ha collaborato diverse volte e per vari progetti, portando sempre la sua grande professionalità, il suo enorme talento attoriale e l'amore per questo mestiere, tutte caratteristiche che contraddistinguono ogni incontro di recitazione condotto: per la Stagione in corso, Armando conduce il corso adulti in zona Torre Maura.


MARTA SCELLI

Dopo essersi diplomata in Pianoforte presso il Conservatorio di Parma e laureata in Filosofia presso l’Università La Sapienza di Roma, ha frequentato lo Studio Fersen di Arti Sceniche, divenendo successivamente assistente di Alessandro Fersen nella conduzione dei corsi di recitazione. La sua attività teatrale è caratterizzata dal duplice impegno di attrice e/o pianista. Ha lavorato, fra gli altri, con Walter Manfrè, Giuseppe Manfridi, con Ennio Coltorti, Augusto Zucchi , Paolo Triestino, Bruno Maccallini, con Mario Martone (Edipo a Colono, teatro India, Roma – attrice e pianista),  Pierpaolo Palladino  (La battaglia di Roma, Teatro Furio CamilloRoma, pianista), con Massimiliano Giovanetti. 


E’ stata più volte protagonista degli spettacoli del cartellone delle Manifestazioni Verghiane di Vizzini, per la regia di Giovanni Ielo (Gli orfani, 2005,Cavalleria Rusticana, 2006, L’amante di Gramigna, 2008). Fra i suoi spettacoli più originali e di maggiore impegno, Viaggio nella Divina Commedia, singolare performance sui canti della Divina Commedia, scelti volta per volta dal pubblico e recitati a memoria dall’artista. Lo spettacolo, replicato in questi anni in varie parti d’Italia, è stato ospitato presso la Casa di Dante in Roma, in occasione della Notte dei Musei2009, presso la Società Dante Alighieridi Roma,  ed è stato invitato alla prima edizione del Festival The Garden of Geniuses: the Magnificent Seven, a Yasnaya Polyana (Mosca), nella Casa-Museo di Lev Tolstoij.


PATRIZIA SCILLA

Patrizia Scilla, nasce a Catania nel 1984. Studia pianoforte e danza e al liceo frequenta laboratori teatrali. A diciotto anni entra in una compagnia di attori professionisti.Consegue la laurea in Scienze della Comunicazione e nel 2008, per due anni, ha un’esperienza televisiva come co-conduttrice in un rotocalco di un importante emittente regionale.
Continua il suo percorso di attrice, recitando in diverse compagnie e girando tutta la Sicilia, studia dizione e frequenta vari corsi di recitazione e movimento scenico. Uno tra questi, lo stage con Mamadou Dioume, collaboratore di Peter Brook, in cui approfondisce lo studio del corpo, insieme a quello della voce. Nel 2011 ha un ruolo nella docufiction “ La voce del corpo” diretta da un regista emergente siciliano. Pochi anni dopo, sarà in scena a Roma, al teatro Parioli, con un musical in dialetto agrigentino, “ La Baronessa di Carini”, di Tony Cucchiara. 

Altre passioni avanzano come la fotografia, le danze orientali e la radio. Nel novembre del 2014 si trasferisce a Roma dove continua a lavorare come fotografa, speacker e attrice, dal 2016 è in scena con lo spettacolo “ Le Bal” di Jean Claude Penchenat , per la regia di Giancarlo Fares. 


LETIZIA SPATA


Letizia Spata, siciliana ma romana d'adozione da anni, ha studiato a Catania e a Roma, dove ho anche lavorato principalmente come attrice teatrale. Per due anni ha vissuto nella residenza artistica del Gruppo Jobel, operante principalmente a Rieti e in Sabina, dove ha lavorato come attrice, operatrice culturale, assistente di scena e di regia, educatrice e insegnante teatrale. 
Tornata a Roma per poter continuare a lavorare, sia come attrice che come insegnante ed educatrice teatrale, ora - per avere una maggiore conoscenza e consapevolezza del lavoro - si è anche iscritta al corso magistrale in "Scienze della formazione e della consulenza pedagogica nelle organizzazioni" (avendo già una laurea in Lettere Moderne).
Letizia condivide molto l'idea di 'Gocce di arte': il teatro alla portata di tutti. Anzi sostiene un concetto che va oltre la semplice tecnica teatrale:  soprattutto oggi è importante che il teatro trasformi la sua azione pedagogica e accompagni ogni fascia d'età in una riscoperta del senso dei nostri valori per comprendere e affrontare meglio la frenesia dei ritmi di questo periodo. Quindi il teatro con la funzione di educare, far riflettere ed emozionare.


GIANFRANCO TEODORO

Formato al Laboratorio di Gigi Proietti e in stage con Orazio Costa e Alfonso Santagata, ha studiato Lirico con il Maestro Tenore, Cesare Rufini. In teatro è in spettacoli con lo stesso Proietti -. che lo dirige pure al Teatro dell’Opera nel ‘Benvenuto Cellini’ di Hector Berlioz - poi  è con la Compagnia Italiana di Operette (mettendo in scena ‘La vedova allegra’, ‘Cin Ci Là’, ‘La Duchessa di Chicago’, ‘Il Paese dei Campanelli’, ‘Scugnizza’, prima con le regie di Massimo Bagliani, poi con Umberto Scida); e con registi come Juan Diego Puerta Lopez, Gigi Palla, Maria Elisabetta Marelli, Ester Cantoni, Victoria Spulzberg, Alfonso Santagata, Marioletta Bideri e Stefano Messina. In cinema è diretto da Pino Quartullo, Gabriele Scardino, Stefano Reali, Daniele Cini, Richard Eyre. In tv è in serie come ‘Un medico in famiglia’, ‘Raccontami 2’ (RAI 1), ‘Il mammo 3’ (CAN 5), ‘Andata e ritorno’ (RAI 2), e in trasmissioni come ‘Domenica in’ (RAI 1) e ‘Settima Dimensione’ (LA 7): 

per quest’ultima canta dal vivo la sigla finale delle puntate. In pubblicità è presente in vari spot. E’ autore e regista, con spettacoli di teatro (‘Mister Tingheltànghel’, ispirato a Karl Valentin, e ‘Commediola’, da Arthur Schintzler) e cabaret, genere che adora (‘Teodoro Sciò’ e "Poesia quel che sia…"). Come autore  un suo testo di teatro-ragazzi, ‘Foodball’, è in programma al Teatro Argentina per la Stagione 2015-2016. 

Tra gli ultimi lavori, come interprete è ne 'Il giuoco delle parti' di Luigi Pirandello, con la regia di Marco Belocchi, poi è il Barone Zeta nell'operetta 'La vedova allegra' della Compagnia Italiana di Operette, con la regia di Flavio Trevisan, ne 'La scoperta dell'America' di Cesare Pascarella, cui ha curato anche l'adattamento e la regia, e ora ne 'I Menecmi' di Plauto, sempre con la regia di Marco Belocchi. Da anni insegna teatro: per 'Gocce di arte', nella Stagione odierna, è al corso adulti nel quartiere Ottavia.